Messaggio per gli abitanti di Sulmona


Anche quest’anno voi abitanti di Sulmona siete andati in delirio per una statua, che è in abominio a Dio.

Dice bene il profeta: “….è un paese d’immagini scolpite, vanno in delirio per quegli spauracchi dei loro idoli” (Geremia 50:38). Abitanti di Sulmona, la Scrittura condanna l’idolatria (e il vostro culto reso a questa statua è idolatria), e dice che gli idolatri non erediteranno il Regno di Dio (cfr. 1 Corinzi 6:9-10) perché la parte degli idolatri sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (cfr. Apocalisse 21:8) dove saranno tormentati nei secoli dei secoli. Ravvedetevi dunque, convertitevi dagli idoli a Dio, e credete nel Vangelo, altrimenti l’ira di Dio resterà sopra di voi, e morirete nei vostri peccati andando in perdizione.


La Chiesa Cattolica Romana maledice ancora i santi dell’Altissimo


I seguenti anatemi (il termine anatema deriva dal greco anathema che significa ‘maledetto’) lanciati dalla Chiesa Cattolica Romana – e che sono tuttora in vigore – contro i santi dell’Altissimo sono la prova inequivocabile che la Chiesa Cattolica Romana è nemica della verità che è in Cristo Gesù che noi abbiamo conosciuto.

Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti dicendovi che la Chiesa Cattolica Romana è cambiata, e che quindi il suo atteggiamento verso di noi è cambiato, perché ciò è falso. Il suo odio verso la verità è lo stesso di quello che aveva ai giorni di Martin Lutero nel sedicesimo secolo quando scoppiò la riforma protestante!

Teresa morì nei suoi peccati ed è all’inferno


Francesco, sappi che tu non puoi fare santo nessuno, e che quando fai santo qualcuno stai ingannando te stesso e coloro che ti seguono. La canonizzazione dei santi insegnata dalla Chiesa Cattolica Romana infatti non esiste nella Bibbia. 

Peraltro, per quanto riguarda Teresa di Calcutta, ella un giorno disse: «Io non ho alcuna Fede. Nessuna Fede, nessun amore, nessuno zelo. La salvezza delle anime non mi attrae, il Paradiso non significa nulla... Io non ho niente, neppure la realtà della presenza di Dio», ed anche: «Se mai diventerò una santa, sarò di sicuro una santa dell’oscurità. Continuerò ad essere assente dal Paradiso, per dar luce a coloro che sono nell’oscurità sulla terra. Voglio soffrire per tutta l’eternità, se è possibile» (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/08_Agosto/25/calcutta.shtml). Quindi Teresa morì nei suoi peccati ed è all’inferno, nel fuoco, nei tormenti. 

E tu invece oggi con questo tuo atto di canonizzazione hai fatto credere a tutti che lei è in cielo dove intercede pure per i viventi che sono sulla terra i quali la possono invocare dovunque si trovano! Per cui hai proclamato le seguenti menzogne: Teresa è in cielo dove intercede e quindi tutti la possono invocare!

Peraltro i santi che sono in cielo, come per esempio Paolo, Pietro, Stefano e tutti gli altri - fatti santi da Dio -, non intercedono per i santi che sono sulla terra, e i santi sulla terra non devono invocarli perché l’invocazione ai santi che sono in cielo è idolatria!

Ravvediti dunque, e convertiti dalle tue vie malvagie, e credi nel Vangelo di Cristo, altrimenti l’ira di Dio resterà sopra di te, e quando morirai te ne andrai all’inferno. E una volta che ti converti, esci e separati dalla Chiesa Cattolica Romana.
 
 
 
 

Francesco: «Gesù fa un po' lo scemo» «Gesù non era un pulito»


Nel tardo pomeriggio di giovedì 16 giugno 2016, Francesco, il capo della Chiesa Cattolica Romana, ha aperto il Convegno della Diocesi di Roma, nella Basilica di San Giovanni in Laterano. Il tema al centro della riflessione era «La letizia dell’amore». E durante il suo discorso ha offeso il nostro Signore Gesù Cristo dicendo che Gesù «non era un pulito» (min. 29:53-54); e nel rispondere ad una domanda, parlando dell'episodio della donna colta in flagrante adulterio (Giovanni 8:3-11), ha detto che Gesù «fa un po' lo scemo» (1:04:37-40), e che Gesù «ha mancato la morale» (1:05:40-42). 

Ascoltatelo da voi medesimi (in quel discorso ha detto altre falsità ma io ho voluto concentrarmi su queste). https://youtu.be/mmNOvTyDGBs



Ritengo che anche queste sue stolte e malvagie parole confermano che Francesco non è un ministro di Cristo, ma è un ministro di Satana. E pensare che tanti Evangelici lo ritengono un uomo cristocentrico e nato di nuovo! Quanta cecità esiste in mezzo alle Chiese! Chi ha orecchi da udire, oda


(di G.Butindaro)
https://www.facebook.com/photo 

 

Francesco abbraccia il rabbino Abraham Skorka e il leader mussulmano Omar Abboud


Una foto che dice tanto

Francesco abbraccia il rabbino Abraham Skorka e il leader mussulmano Omar Abboud presso il Muro del Pianto (o Muro Occidentale) a Gerusalemme (http://www.macleans.ca/news/need-to-know/good-news-bad-news-the-best-and-worst-news-of-the-week/).

Credo che questa foto mostri bene quello che sta facendo la Massoneria: sta unendo la Chiesa Cattolica Romana agli Ebrei e ai Mussulmani, e naturalmente a loro sta unendo molte Chiese Evangeliche sparse per tutto il mondo in nome del principio massonico della fratellanza universale (la menzogna secondo cui tutti gli uomini sono figli di Dio).

Fratelli, non mettetevi con gli infedeli, perché essi sono nelle tenebre, e noi che siamo luce nel Signore non abbiamo alcuna comunione con essi. (di G. Butindaro)


Il cardinale Jean-Louis Tauran in un tempio induista


Il cardinale Jean-Louis Tauran, presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso e camerlengo della Chiesa Cattolica Romana, durante una sua visita nel giugno 2013 presso un tempio induista a Londra per realizzare l'unione della Chiesa papista anche con gli Induisti.

E badate bene che ormai non è solo la Chiesa Cattolica Romana ad avere questo desiderio e progetto di unirsi agli Induisti (come anche ai Buddisti, ai Mussulmani, agli Ebrei, e così via) ma anche tante Chiese Evangeliche (in Italia spiccano su tutte quelle che hanno fatto l'intesa con lo Stato), che spinte anch'esse dalla Massoneria si sono incamminate per la stessa strada della Chiesa Cattolica Romana.

Ricordatevi infatti che la Massoneria vuole l'unione di tutte le religioni, per realizzare la religione unica mondiale. Io vi ho avvertiti. Uscite e separatevi da esse dunque. Esse hanno rigettato la Parola di Dio. (di G. Butindaro)
 
 

La Trinità del Controllo Globalista: Città del Vaticano - Città di Londra - Washington DC


"I re della terra si ritrovano e i principi si consigliano assieme contro l'Eterno e contro il suo Unto, dicendo: Rompiamo i loro legami e gettiam via da noi le loro funi." (Salmo 2:2-3)

LE TRE CITTÀ STATO:
Anche per i più distratti non vi è ombra di dubbio che ci sono tre città (città-stato) in tutto questo pianeta che condividono somiglianze e svolgono un ruolo cruciale nel sistema di governo globale.

Le tre città-stato sono le seguenti:
Città di Londra (finanza)
Washington DC (militare)
Città del Vaticano (religione)

Le suddette “città-stato” di cui sopra citate, sono “entità sovrane e aziendali non collegate alle proprie nazioni anche se sembrano essere parte di esse.

Mitra di Roma e il Gesù Cattolico Romano

 

«Il mitraismo era una religione dell’Impero Romano fra il I e il V sec. d.C. Era molto popolare fra i Romani, specialmente fra i soldati romani, e fu probabilmente la religione di parecchi imperatori romani. Anche se al mitraismo non fu dato mai “ufficialità” nell’Impero Romano, esso fu de facto la religione ufficiale fino a Costantino, e i successivi imperatori romani sostituirono il mitraismo con il Cristianesimo.

Uno degli aspetti fondamentali del mitraismo era un pasto sacrificale che comprendeva il fatto di mangiare la carne e bere il sangue di un toro. Mitra, il dio del mitraismo, era “presente” nella carne e nel sangue del toro e veniva mangiato in modo da accordare la salvezza a coloro che condividevano il pasto sacrificale (la cosiddetta “teofagia”, ossia “mangiare il proprio dio”).

Mitra aveva anche sette “sacramenti”, così da rendere le somiglianze fra il mitraismo e il Cattolicesimo romano troppo numerose per essere ignorate. Costantino e i suoi successori trovarono un facile sostituto per il pasto sacrificale del mitraismo nel concetto della Cena del Signore o Comunione cristiana. Purtroppo, alcuni primi cristiani avevano già cominciato a legare un significato mistico alla Cena del Signore, rifiutando il concetto biblico di una semplice e devota commemorazione della morte di Cristo e del Suo sangue versato. La romanizzazione della Cena del Signore completò la transizione a una consumazione sacrificale di Gesù Cristo, nota adesso come la
messa cattolica o l'Eucarestia».

 
Poi mi disse: Le acque che hai vedute e sulle quali siede la meretrice, son popoli e moltitudini e nazioni e lingue.
(Apocalisse 17:15)


perciò in uno stesso giorno verranno le sue piaghe, mortalità e cordoglio e fame, e sarà consumata dal fuoco; poiché potente è il Signore Iddio che l'ha giudicata.” (Apocalisse 18:8)

Il culto di «padre Pio» è un enorme business


Un breve documentario che conferma che il culto del cosiddetto padre Pio è una miniera d’oro. C’è veramente un enorme business attorno al culto di questo morto che agli occhi di Dio è un abominio; e tutto è in mano al Vaticano! E udite, udite, viene menzionato un massone, che viene definito «il principale promotore del culto di padre Pio». Insomma la Massoneria non poteva mancare neppure nel grosso business che gira attorno a questo frate!!!




Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2015/08/28/il-culto-di-padre-pio-e-un-enorme-business/

Il Video del «Papa Francesco» – Dialogo Interreligioso


Guardando e ascoltando questo video realizzato pochi giorni fa («Il Video di Papa Francesco sul dialogo interreligioso, per la Rete Mondiale di Preghiera del (Apostolato della Preghiera)» inorridirete, perché c’è l’ennesima conferma che Francesco, il capo della Chiesa Cattolica Romana, sta promuovendo nel mondo i principi della Massoneria, tra cui quello della fratellanza universale perché sostanzialmente lui afferma che siccome tutti gli uomini sono figli di Dio devono unirsi e collaborare assieme. 

Ana Azanza Elìo: “L’Opus Dei è la più grande setta nella storia della Chiesa”


Ana Azanza Elìo: “L’Opus Dei è la più grande setta nella storia della Chiesa”

[…] Si può davvero affermare che l’Opus Dei è un culto?

«L’Opus Dei è una setta e lo si vede da molte cose:
 
– il controllo così totalizzante sulle coscienze;


– la manipolazione dell’informazione;


– il fatto che all’interno si leggono praticamente solo libri scritti o editi delle sue case editrici;


– il fatto che ti lasciano vedere il mondo solo come all’Opera conviene di più.

È il pensiero monocolore e unidirezionale nel senso più stretto. Tu non pensi, loro pensano per te.» […]

«L’Opus Dei è la più grande setta nella storia della Chiesa.» […]

Cosa dovrebbero fare il governo spagnolo e l’Unione Europea al fine di proteggere le persone da certi episodi che avvengono nell’Opus Dei?


«Non ho conoscenze approfondite di diritto, ma dovrebbero prendere sul serio questa tematica e incominciare a svolgere indagini sui modi coi quali l’Opus Dei fa provvista di denaro, su come lo investe, quali escamotage finanziari e fiscali utilizza. Ci sono molte cose che non sono normali. Dovrebbero vigilare sui conti dell’Opus Dei, compiere gli accertamenti che si fanno per fermare le bande di mafiosi. Anche nell’Opus Dei ci sono scheletri negli armadi.»


Perché ha scritto un libro sull’Opus Dei?


«Perché altre persone non passino attraverso la stessa esperienza in cui sono passata io. Mi hanno etichettato come una persona malata, sono sicura che questa calunnia giunge all’orecchio perfino di Giovanni Paolo II.»

Cosa suggerire a una famiglia il cui figlio è oggetto di un «interesse» da parte dell’Opus Dei?
 
«Che vadano alla polizia e sporgano denuncia…»

[Parole di ‘Ana Azanza Elìo‘, ex numeraria, tratte dal libro “Opus Dei segreta”, di Ferruccio Pinotti, pagg. 158, 159]


Fonte: https://labuonastrada.wordpress.com 

Il crislamico Bergoglio afferma che Cristiani e Mussulmani sono fratelli


«Tra cristiani e musulmani siamo fratelli - ha ricordato Francesco - dobbiamo dunque considerarci e comportarci come tali». http://www.iltempo.it/…/musulmani-e-cristiani-siamo-fratell…

Ma questo è falso, perché un Cristiano non può riconoscere come suoi fratelli delle persone che non credono che Gesù Cristo è il Figlio di Dio morto sulla croce per i nostri peccati e risorto il terzo giorno. I Mussulmani infatti non credono che Gesù Cristo è il Figlio di Dio (perché per loro Dio non ha un Figlio), come non credono neppure che Egli è morto per i nostri peccati (anzi dicono che un altro è morto al posto suo!!!).

Francesco, tu sei cieco e morto nei tuoi falli, ravvediti e credi in Gesù Cristo. (Giacinto Butindaro)


IL GESÙ DEL CORANO E' UN ALTRO GESÙ

Quella che sentirete QUI è la parte di una predicazione di un Mussulmano in cui spiega cosa accadde a Gesù, figlio di Maria, di cui parla il Corano (che vi ricordo non è il Figlio di Dio perché secondo il Corano Dio non ha un Figlio!).

Egli spiega che quando gli Ebrei decisero di ucciderlo, gli fu indicata la casa dove si trovava Gesù con i suoi dodici discepoli, e allora bussarono alla porta, ma allora accadde che Gesù fu assunto da Allah in paradiso, e Allah trasformò uno dei presenti affinché assomigliasse a Gesù per morire al suo posto. E così costui si fece arrestare al posto di Gesù ed uccidere sulla croce al suo posto, mentre gli angeli vennero a prendere Gesù figlio di Maria e lo portarono in paradiso! Per cui Allah preservò Gesù dalla morte! Gli ebrei si rallegrarono per la sua morte, credendo di avere ucciso Gesù. Ma in realtà un altro era morto al suo posto! E poi questo Gesù a suo tempo scenderà dal cielo con gli angeli, e ucciderà l'anticristo, e governerà con la religione di Allah finché morirà di morte naturale!


Alla luce di ciò è evidente che il Dio che adorano e servono i Mussulmani non è il nostro Dio, come anche il Gesù di cui parlano i Mussulmani non è il Gesù di cui hanno parlato Mosè nella legge e i profeti, che è il Figlio di Dio morto sulla croce per i nostri peccati e risorto il terzo giorno a cagione della nostra giustificazione, e dopo essere apparso ai suoi discepoli è stato assunto in cielo alla destra del Padre.


E' nostro dovere dunque annunciare anche a loro il ravvedimento e il Vangelo di Cristo Gesù, affinché si ravvedano e credano nel Figliuolo di Dio, e affinché credendo abbiano vita nel Suo nome. 



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...